Le 5 Cose Più Belle Che Possono Capitare Al Personal Shopper | Vita da Personal Shopper

Le 5 Cose Più Belle Che Possono Capitare Al Personal Shopper

Le 5 Cose Più Belle Che Possono Capitare Al Personal Shopper

Il mondo non è tutto rose e fiori lo sappiamo, nemmeno lo è il nostro lavoro tra clienti indecisi, intermediari disorganizzati, commessi acidini, etc…ma non disperiamo che le sorprese dietro sono dietro l’angolo! Ecco 5 delle cose migliori che vi possono capitare lavorando come Personal Shopper:

N°5 La Mancia – per chi i soldi sono tutto, potrebbe essere anche in prima posizione ma siccome è una dinamica abbastanza normale nel nostro lavoro, è giusto relegare tale perla in ultima posizione. Massimo visto fino ad ora 200€ (God bless America), ottimi 110€ beccati dall’Arabo, il minimo è ovviamente 0€! Va molto peggio alle guide turistiche, alcuni si mormora ricevano mele (dagli Spagnoli)… Va molto meglio ad un caro amico NCC (Noleggio Con Conducente per i non addetti): 700€ dal Brasile.

N°4 La Connessione Wi-FI (o la Commessa Materna) – i pargoli si annoiano? Coca-cole, Fante, Sprite, e chi più ne ha più ne metta, sono state servite già a sufficienza? Ma cosa intravedo nelle loro tasche un Ipad!!! Se dentro al negozio la connessione funziona è fatta!! Giochi, giochini, Facebook (Dio lo benedica), WhatsApp, YouTube, dategli una connessione e non interferirà con lo shopping dei genitori! La connessione non fa? Sperate nelle commesse dal senso materno, alcune sono così brave che le famiglie se le porterebbero dietro tutta la vacanza)))

N°3)Il Doppio Omaggio – i tuoi clienti hanno comprato migliaia e migliaia di euro in una boutique? L’omaggio per loro è già arrivato? Beh, chiederne un secondo… Dai foulard di Patrizia Pepe, alle buste portaciabatte di Paul&Shark, fino al più gradito che fu Tuscan Soul di Ferragamo nella versione di 75ml. Tiè.

N°2)La Svolta Finale – gli fa schifo tutto, le tue proposte non la convincono mai, il suo atteggiamento verso i tuoi consigli è di chiusura. Il marito si sarebbe poi anche rotto i cosiddetti di girare. Ma le risorse di un buon Personal Shopper sono davvero infinite… Tentate una ultima tappa ed è quella giustissima, il cliente si risveglia da un sonno profondo e con gioia e determinazione prova combinazione su combinazione. Ce l’avete fatta! Vi ringrazia!

N°1)La Fashion Week – aka “Il Sogno”. Agognato dalle persone di tutto il mondo, l’esperienza della sfilata ha uno charme davvero unico, soprattutto per un Personal Shopper. Se in alcuni casi i vostri clienti avranno modo di essere invitati o di possedere le risorse economiche per far sì che questo avvenga, un Personal Shopper per quanto bravo ha davvero poche opportunità di essere contattato da un press office di una casa di moda. Non parliamo certo di nomi “minori” dove potreste anche arrivare, sui nomi top è davvero complesso. L’ingresso è di norma riservato a buyers, celebrities, press… Ma anche qui non disperate! Un vostro cliente potrebbe non voler andare da solo alla sfilata oppure godere di un pacchetto speciale dove la settimana della moda la passa facendo shopping con il suo Personal Shopper di fiducia. La fortuna più eclatante qui a Exclusive Fashion Tours – Personal Shoppers in Italy furono un Roberto Cavalli ed un Salvatore Ferragamo, il miracolo volle che fossero pure posti seduti. La faccia tosta fu sgattaiolare dentro Etro passando assieme ad una scolaresca. In piedi naturalmente. Tra i piccoli, ma non per questo meno interessati ci toccarono Byblos e Roberto Musso. Commuovente quest’ultima. DISCLAIMER: a fronte di tali successi non si contano le volte che i nostri Personal Shopper sono stati relegati negli angoli oscuri e classisti del fashion system ;-)

Saluti da Exclusive Fashion Tours – Personal Shoppers in Italy

Scopri i nostri corsi su Professione Personal Shopper

Non un Personal Shopper! Tuttavia dopo svariati anni a capo della maggiore impresa italiana del settore ed un team consistente di Personal Shopper di ogni lingua, città, età e provenienza, da dover gestire, volevo anche il mio canale di sfogo! Vi parlerò di questo lavoro con una prospettiva manageriale senza dimenticare gli aneddoti più significativi! Scopritemi anche su www.exclusivefashiontours.com oppure scrivetemi a info@exclusivefashiontours.com