Personal Shopper? Pensiamolo In Grande | Vita da Personal Shopper

Personal Shopper? Pensiamolo In Grande

Personal Shopper? Pensiamolo In Grande

La prima associazione di questo mestiere è quella ad un cliente dal budget importante, per la maggiore non italiano, e desideroso di tanto tanto shopping. Se il “turista” è assolutamente un cliente appetibile per chi lavora come Personal Shopper ecco come riciclarsi, svilupparsi, ma soprattutto non lasciare nulla di inesplorato!

1 – Lo Straniero
Vivi in una città dove il turismo fa da padrone? La tua città / regione offrono grandi firme ma soprattutto realtà artigianali e di nicchia? Per cosa siete conosciuti? In un paese ricco di tradizione come l’Italia ogni passo potrebbe essere una scoperta…perché non essere voi a guidare il turista in questo viaggio stupendo? Italia, laddove shopping e cultura si uniscono.

2 – Il Buyer
Di moda ne sa più di voi, sa quello che vende e funziona, ma il vostro supporto non è superfluo. Siete attenti ai trend, vivete tutti i giorni nella città (Parigi, Milano, etc…) dove lui scende solo poche volte l’anno, potete avere nuovi contatti da proporre od assisterlo nelle trattative. Proprio in queste settimane a Exclusive Fashion Tours – Personal Shoppers in Italy abbiamo curato il viaggio di un importante buyer americano che aveva 4 giorni per incontrare 13 grandi nomi del Made In Italy. Missione compiuta e ben retribuita :-)

3 – Il Local
Chi lo ha detto che il cliente deve essere solo straniero? Forse lo sarà quello che spende 30.000€ in shopping, ma il bisogno di vestirsi e valorizzare il proprio corpo è presente in tutti noi senza distinzioni di età, classe, e generi. Conosciamo Personal Shopper che su Milano si sono specializzati in fornire analisi del colore e della figura, servizi per le neo mamme, consulenze ad hoc per il matrimonio (damigelle comprese). Basta uno studio, buone doti di self marketing, e la sensibilità di coltivare il rapporto con il cliente.

4 – Le Aziende
E’ un business importante, ed in Italia vi sono Personal Shopper che lavorano solo su questo. Dall’assistenza nello sviluppo di dress code e uniformi propri alle aziende, al training su immagine per dipendenti o manager. Ma il Personal Shopper è anche uno specialista del lusso e del rapporto personalizzato con il cliente, con il valore aggiunto che non lavora per un brand singolo ma è a contatto con molti, a livello retail può fornire alle aziende un contributo cruciale ed imparziale su come trattare l’ospite.

5 – I Senza Tempo Libero
Non hanno tempo per comprare il regalo alla moglie, per ricercare un oggetto di loro interesse, per essere al passo con i tempi e studiare le ultime soluzioni stilistiche più adatte a loro. Il Personal Shopper diventa un professionista quanto un amico. Fa gli acquisti per chi non ha tempo, tiene aggiornato il cliente proponendo via web capi ed accessori appropriati, compie gli acquisti online occupandosi della selezione quanto della spedizione. I più fortunati hanno un budget a disposizione che il cliente riserva direttamente a loro. Fiducia e carta di credito, cosa vuoi di più dalla vita? ;-)

5 – Star & Starlette
Servizi di styling e personal shopping per i personaggi della tv, socialties, modelle. Chi opera nello spettacolo è spesso seguito da uno stilista personale o da un team che ne cura da capo a piedi l’immagine. E’ sicuramente un ambiente molto chiuso, ma pur sempre una strada da tentare.

Certamente stiamo dimenticando qualcosa e qualcuno ma avremo modo di affrontare l’argomento in tante altre occasioni. Saremo sempre felici di scoprire nuove nicchie sulle quali lavorare!

Articolo in collaborazione con Exclusive Fashion Tours – Personal Shoppers in Italy

Scopri di più su questa avvincente professione, visitaci su Professione Personal Shopper

Non un Personal Shopper! Tuttavia dopo svariati anni a capo della maggiore impresa italiana del settore ed un team consistente di Personal Shopper di ogni lingua, città, età e provenienza, da dover gestire, volevo anche il mio canale di sfogo! Vi parlerò di questo lavoro con una prospettiva manageriale senza dimenticare gli aneddoti più significativi! Scopritemi anche su www.exclusivefashiontours.com oppure scrivetemi a info@exclusivefashiontours.com